Telefonate per bloccare Annozero, scoppia il caso premier-Agcom

12 Marzo 2010 0 Di luna_rossa

berlusconi 280

Indiscrezioni pubblicate dal Fatto Quotidiano. Nelle intercettazioni di un’inchiesta di Trani le pressioni di Berlusconi a un membro dell’Authority per fermare Santoro. I colloqui con Minzolini, il “direttorissimo”. Di Pietro attacca: “Via a calci nel sedere”. Il direttore del Tg1: “Le chiamate? Lo fanno tutti”.

Il premier ha tentato di bloccare Annozero. Lo ha scritto oggi “il Fatto quotidiano”, citando un’inchiesta condotta a Trani  durante la quale – in maniera casuale – sarebbero state intercettate le telefonate che dismostrerebbero le pressioni e gli interventi del Cavaliere contro la trasmissione di Santoro

Nelle intercettazioni si leggerebbero i nomi di Silvio Berlusconi, Giancarlo Innocenzi dell’Agcom, e del direttore del Tg1 Augusto Minzolini. Tutti, secondo il Fatto, discutono della tv pubblica. “La procura – ha scritto il giornale – ascolta in diretta le pressioni e le lamentele del premier per Annozero. Rivolte al membro dell’Agcom Innocenzi”. Sempre secondo il Fatto, Innocenzi avrebbe rassicurato il presidented el Consiglio sulla “soluzione” del problema. Nei fascicoli anche le telefonate di Innocenzi al dg della Rai, Mauro Masi, in cui avrebbe lamentato le continue pressioni del premier: “Nemmeno nello Zimbabwe”, è il commento del direttore generale.

Disponibile a venire incontro alle esigenze del capo del governo, sempre stando a quanto riportato dal Fatto, è Minzolini, che Berlusconi chiama “direttorissimo”, e che si sarebbe detto pronto a intervenire, ad esempio, sul caso Spatuzza.

DI PIETRO: VIA A CALCI NEL SEDERE
E la vicenda in mattinata viene commentata da Antonio Di Pietro: “Abbiamo presentato un’interrogazione urgente rivolta al premier per chiedergli con quale diritto si è arrogato il potere di condizionare un organi di controllo come l’Agicom chiedendo la chiusura di Annozero. Il responsabile dell’Agicom Innocenzi deve dimettersi ed essere cacciato a calci nel sedere, così come il direttore del Tg1 Minzolini”.

MINZOLINI: TUTTI CHIAMANO
“Non so di cosa si parla, non ho ricevuto nessun avviso di garanzia e quale è il reato?”. E’ la prima reazione di Minzolini che ha parlato di “follia”.  “Berlusconi? Mi avrà telefonato due o tre volte, non di più e comunque quanto Casini e gli altri… – ha aggiunto – Siamo alla follia, credo di essere la persona più cristallina del mondo, quello che penso lo dico in tv”. (Apcom)