Cosa c’è in gioco il 12 giugno » Piovono rane – Blog – L’espresso

12 Maggio 2011 0 Di luna_rossa

Cosa c’è in gioco il 12 giugno » Piovono rane – Blog – L’espresso.

vote

Anche la più tenace indole ottimista fatica ad affermarsi di fronte alla strategia che il governo e la maggioranza hanno realizzato per far fallire i referendum del 12 e 13 giugno.

Sono stati bravi, non c’è che dire: hanno accuratamente evitato di accorparli alle amministrative, buttando via quasi 400 milioni di euro di soldi pubblici; li hanno piazzati due settimane dopo i ballottaggi, quando la gente si è rotta le scatole di andare a votare; hanno fatto mancare sette volte il numero legale in Commissione di vigilanza Rai per rimandare le trasmissioni informative obbligatorie, poi le hanno piazzate attorno a mezzanotte; hanno promesso una moratoria sul nucleare per svuotare il tema più sentito dei tre; infine, hanno taciuto ogni notizia che riguardasse la campagna referendaria su ogni tigì pubblico e privato.

Il sistema – vergognoso, permettetemi di utilizzare questa pur abusata parola – è quello con cui già hanno salvato la legge medievale sulla fecondazione assistita: siccome sapevano benissimo che alla maggioranza degli elettori quella norma non piaceva, hanno assommato quelli che avrebbero votato no ai pigri, ai fuori città e ai disinformati – badando bene di far restare tali questi ultimi – ottenendo quello che democraticamente e limpidamente non avrebbero ottenuto.

Ed è questo, appunto, che più di tutto è in gioco il 13 giugno.

Non solo e non tanto l’acqua pubblica, il nucleare e il legittimo impedimento: ma la qualità della nostra democrazia.

Dobbiamo decidere se siamo una democrazia in cui il gioco delle tre tavolette di Palazzo Chigi – terrorizzato dal quesito sul legittimo impedimento – prevale o no sull’autentico confronto democratico tra chi la pensa in un modo e chi in un altro.

Ripeto: è questo che è in ballo il 12 e il 13 giugno. Molto più dei quesiti sulla scheda.

Ora abbiamo un mese per provare a mandare a monte i trucchetti di questi bari.

Vale la pena di provarci, comunque, in ogni modo.