Il Riformista-Cina/ Enorme macchia petrolio raggiunge coste settentrionali

20 Luglio 2011 0 Di ken sharo

Fuga di greggio da una paittaforma offshore a inizio giugno

Fuga di greggio da una paittaforma offshore a inizio giugno

Pechino, 20 lug. (TMNews) – Una fuga di petrolio che ha causato una macchia nera di oltre 4.200 chilometri quadrati ha raggiunto le coste settentrionali della Cina, toccandole in due distinti punti. Una “cintura” di petrolio lunga oltre 300 metri è stata individuata su una spiaggia della città portuale di Jingtang, nella provincia di Hebei; nella provincia vicina di Liaoning un’altra spiaggia lunga quattro chilometri è stata inquinata dalla macchia nera. La fuga è avvenuta ad inizio giugno dalla piattaforma petrolifera offshore Penglai 19-3, gestita dalla società americana ConocoPhillips e da quella pubblica cinese CNOOC. ConocoPhillips ha riconosciuto la settimana scorsa che si sono riversati in mare almeno 1.500 barili di petrolio, pari a circa 240 tonnellate. (fonte Afp)

Fcs