Coloni israeliani sparano a palestinesi. L’esercito sta a guardare (video) | Frontiere

23 Maggio 2012 0 Di ken sharo

L’ong israeliana B’tselem ha pubblicato ieri alcuni video, risalenti a sabato, in cui dei coloni sparano a un gruppo di palestinesi (vicino ad Asira al-Qubliya, un villaggio in Cisgiordania); uno dei proiettili ha raggiunto la testa di un ragazzo palestinese, che è rimasto ferito. Presente anche l’esercito israeliano che è rimasto a guardare in totale tranquillità. “Due volte a settimana scendono i coloni per attaccarci e per distruggere le nostre fattorie”, ha dichiarato Fathi Nijem Asayrah, il padre del ragazzo ferito, seduto accanto al suo letto di ospedale. “Il colono che ha sparato a mio figlio era accanto a un soldato. E questo non ha fatto assolutamente nulla”.

 

Il primo video mostra i coloni israeliani che scendono lungo la collina dall’insediamento di Yitzhar, dirigendosi verso il villaggio palestinese di Asira al-Qubliya. La situazione sembra tranquilla, ma lo scontro con i palestinesi non si fa aspettare.

 

 


Ci sono altri due video, con prospettive diverse, che mostrano il ragazzo palestinese cadere a terra ferito. A differenza del primo video, qui si vede chiaramente che il campo dietro ai coloni sta bruciando. Gli israeliani giustificano così la sortita: “i palestinesi hanno dato fuoco ai campi intorno all’insediamento, una tecnica usata spesso per spaventarci e mettere a rischio la nostra sicurezza”. Peccato che nel primo video, quello senza incendi, i coloni stavano già correndo lungo la collina, in direzione del villaggio palestinese. In questi due video l’esercito israeliano, chiamato a garantire la sicurezza sia dei coloni che quella dei palestinesi, è visibilmente inattivo. La portavoce dell’ong B’tselem, Jessica Montel, ha dichiarato che è “responsabilità dei militari israeliani proteggere tutti i civili dalla violenza, e non di favorire una popolazione a discapito di un’altra”.


Un’altra stranezza, di non minore importanza rispetto a quelle finora riportate, emerge da questo filmato. I coloni che hanno sparato stavano utilizzando Il TAR-21 (Tavor Assault Rifle – 21), il nuovo fucile di assalto calibro 5,56×45 mm adottato dalle forze di difesa israeliane. Perché i coloni avevano armi in dotazione dell’Idf (che, ricordiamo ancora una volta, era là presente a guardare la scena)? L’esercito israeliano ha comunicato la propria intenzione di avviare un’indagine per far luce sulla vicenda.
Valerio Evangelista