Il 14 novembre Giornata di mobilitazione europea “per il lavoro e la solidarietà e contro l’austerità” | Articolo Tre

6 Novembre 2012 0 Di luna_rossa

Anche in Italia sciopero nazionale per l’intera giornata proclamato dalla CGIL e dalla Confederazione dei Sindacati Europei così come avverrà in Spagna, Portogallo e Grecia.

-Davide Pelanda– 6 novembre 2012- Più di 64 milioni di ore di cassa integrazione a Torino nel solo anno 2012, così come ci sono stati più di 25 mila lavoratrici/lavoratori che sono in mobilità mentre da gennaio sempre di quest’anno più di 12 mila lavoratrici/lavoratori sono stati licenziati mentre nel privato e nel pubblico sono stati già persi 2 mila posti di lavoro e altri sono a rischio.

Per non dire della sanità pubblica piemontese dove dal 2012 al 2015 ci sarà un taglio di 9,4 miliardi e dove «la sanità pubblica è al collasso perché dal 2011 ad oggi i agli sono stati di oltre 30 miliardi». Sono solo alcuni dei preoccupanti dati che la CGIL ha scritto nero su bianco su di un volantino che annuncia per il 14 novembre prossimo lo sciopero europeo della Confederazione dei Sindacati Europei (CES) «per il lavoro e la solidarietà» e dove si ribadisce il «no all’austerità, l’austerità non funziona!».

Secondo la CES «sono 25 milioni gli europei che non hanno lavoro e in alcuni paesi il tasso di disoccupazione giovanile supera il 50 per cento».

Dunque anche la CGIL nazionale fa una giornata di protesta «per cambiare – essi dicono – le politiche europee e quelle nazionali a partire dalla Legge di stabilità varata dal governo Monti», così come aveva già annunciato a Roma dal palco di piazza San Giovanni Susanna Camusso il 20 ottobre scorso in occasione della manifestazione nazionale.

La CES chiede «un patto sociale per l’Europa, con un “vero dialogo sociale”, una politica economica che stimoli un’occupazione di qualità, un’ambiziosa politica industriale europea orientata verso un’economia verde». Sempre la CES in ultimo vuole «l’effettiva applicazione di una tassa sulle transizioni finanziarie per combattere la speculazione e agevolare politiche di investimento, la lotta all’evasione e la frode fiscale, il rispetto per la contrattazione collettiva e il rispetto dei diritti sociali e sindacali fondamentali».

Il 14 novembre Giornata di mobilitazione europea “per il lavoro e la solidarietà e contro l’austerità” | Articolo Tre.